giovedì 17 aprile 2014

Rigatoni con rana pescatrice e zucchine

Rigatoni_con_rana_pescatrice_e_zucchine_in_fiore
Ho trovato questa ricetta deliziosa in  un vecchio numero di Sale & Pepe.
Il condimento di questo primo piatto di pasta è a base di zucchine e rana pescatrice che è un pesce di cui si vende soltanto la coda carnosa (molto tenera dopo la cottura). Per questa ragione la rana pescatrice è comunemente nota come coda di rospo. Completano il sugo i fiori di zucchina passati nella pastella e fritti. 


Difficoltà: Facile
Preparazione:ca 15 minuti
Cottura:ca 20 minuti


Ingredienti per 4 persone 

400 g di rigatoni
un trancio già pulito di 500 g di rana pescatrice
8 zucchine novelle
8 fiori di zucchina
2 limoni non trattati
4 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
1 spicchio di aglio
farina q.b.
4-5 rametti di timo
acqua minerale frizzante q.b.
olio extravergine di oliva
sale e pepe 


Lavate, asciugate e tagliate a rondelle le zucchine. In una casseruola fate scaldare 4-5 cucchiai di olio extravergine di oliva insieme allo spicchio di aglio schiacciato e ai rametti di timo. Aggiungete le zucchine e dopo pochi minuti le olive. Salate, pepate e bagnate con il succo di un limone. 

Fate cuocere per una decina minuti; quindi aggiungete la coda di rospo che avrete tagliato a tocchetti. Completate la cottura mescolando di tanto in tanto delicatamente. 


In una ciotola versate la farina ed incorporatevi gradualmente l’acqua minerale frizzante mescolando sempre con un cucchiaio di legno in modo di ottenere una pastella omogenea. Salatela e pepatela. 

Eliminate i pistilli dai fiori di zucchina, lavate i fiori velocemente ed asciugateli tamponandoli con la carta da cucina. Immergete uno alla volta i fiori nella pastella e friggeteli in abbondante olio caldo. Scolateli con un mestolo forato ed adagiateli sulla carta da cucina in modo di eliminare l’olio in eccesso. Infine salateli. 

Condite i rigatoni che avrete fatto cuocere in abbondante acqua salata con il sugo di coda di rospo, zucchine ed olive. Distribuiteli nei piatti individuali e guarniteli con i fiori fritti.


Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...